JOURNEY TO DHAMMA

JOURNEY TO DHAMMA
In VIaggio lungo l'HIMALAYA e oltre alla scoperta Dell'agricoltura naturale e nomadica. Serching the nirvana of NO Time, NO Space! RICETTE, IMMAGINI E RACCONTI DAL MONDO!

venerdì 2 luglio 2010

Quasi Solo Sono.....e piu non ho.



















Ho venduto quasi tutto.

Poi ho perso i capelli per la luna nuova, tagliati.
Ho dato via la maggior parte di ciò che avevo riprendendo ad essere più una persona che un mucchio di oggetti.

Ma, quando ho sentito ruggire Renata sparendo all'orizzonte senza di me a bordo ho avuto un tuffo al cuore forte.

Ho capito che un enorme passo era stato fatto e non si tornava più indietro.

Renata, casa, stabilità, amica, compagna, supporto morale e base del mio stile di vita, era, partita.

---
Jonny era rimasto li, solo in mezzo alla strada, una bici legata a un palo e uno zaino nuovo, alcuni stracci, vestiti e talismani da organizzare e una certezza. L'idea di un nuovo grande viaggio si era appena trasformato in una realtà prossima.












Un viaggio verso il Dhamma, verso la verità più sottile. Un viaggio verso il cuore verde e pulsante del mondo.












Journey to Dhamma.

Un viaggio che iniziava nel grande tempio del mondo:

H i m a l a y a
















Buon viaggio Renata, ti ho tanto amata!

3 commenti:

ha detto...

lacrimuccia.

rutto ha detto...

vola Jonny, DAJENEEEE

Tom ha detto...

penso ormai tu sappia che la vita offre sempre opportunità nuove. il segreto è farle nostre e vivere come crediamo sia meglio per noi. Ti auguro un stupendo viaggio e che quello che troverai sia con te per sempre.
Una persona ha trovato una poesia molto bella (che magari hai già letto) che fà un pò parte di noi, perchè non importa come viaggi ma importa quello che porti con te:



Se per Itaca volgi il tuo viaggio,
fa voti che ti sia lunga la via,
e colma di vicende e conoscenze.
Non temere i Lestrigoni e i Ciclopi
o Poseidone incollerito: mai
troverai tali mostri sulla via,
se resta il tuo pensiero alto e squisita
è l'emozione che ci tocca il cuore
e il corpo. Né Lestrigoni o Ciclopi
né Poseidone asprigno incontrerai,
se non li rechi dentro, nel tuo cuore,
se non li drizza il cuore innanzi a te.

Fa voti che ti sia lunga la via.
E siano tanti i mattini d'estate
che ti vedano entrare (e con che gioia
allegra) in porti sconosciuti prima.
Fa scalo negli empori dei Fenici
per acquistare bella mercanzia,
madrepore e coralli, ebani e ambre,
voluttuosi aromi d'ogni sorta,
quanti più puoi voluttuosi aromi.
Recati in molte città dell'Egitto,
a imparare dai sapienti.

Itaca tieni sempre nella mente.
La tua sorte ti segna a quell'approdo.
Ma non precipitare il tuo viaggio.
Meglio che duri molti anni, che vecchio
tu finalmente attracchi all'isoletta,
ricco di quanto guadagnasti in via,
senza aspettare che ti dia ricchezze.

Itaca t'ha donato il bel viaggio.
Senza di lei non ti mettevi in via.
Nulla ha da darti più.

E se la ritrovi povera, Itaca non t'ha illuso.
Reduce così saggio, così esperto,
avrai capito che vuol dire un'Itaca.

Good luck, anzi good karma