JOURNEY TO DHAMMA

JOURNEY TO DHAMMA
In VIaggio lungo l'HIMALAYA e oltre alla scoperta Dell'agricoltura naturale e nomadica. Serching the nirvana of NO Time, NO Space! RICETTE, IMMAGINI E RACCONTI DAL MONDO!

sabato 28 febbraio 2009

senza filtro

sono le 9 17 ed e' il mio ultimo giorno di lavoro
son smaronato
troppo lavoro nessun amico e piove, tanto il giorno lo passo dentro al ristorante a sudare.....
il mio amico pippo ha successo a bogota
io ancora mi incasino e non riesco a produrre appieno come vorrei
mi incastro e perdo tempo in varie situazioni ed esplorazioni
vorrei produrre ma a volte non so cosa o perdo la mia mente in stronzate
e mi sento inutile
e cosi inevitabilmente inizio a pensare al futuro e la mia mente inizia ad ingrbugliarsi
e mi mando a fanculo essenzialmente
ma perche' non sono rimasto?( a quale punto poi )
ma perche' non mi sono dato da fare di piu' a scrivere

poi guardo fuori respiro
piove
pero sono in nuova zelanda e ci volevo essere
e' l'ultimo giorno di lavoro e dopodomani andro in un posto naturale meraviglioso
avro tutto il tempo di scrivere e di meditare
ho una ragazza meravigliosa a christchurch che mi ama
presto dovro andare ma quello sara' futuro
ora pensiamo al presente e sorridiamo
e vaffanculo alle preoccupazioni
e ora vado per l'ultima volta vado a lavorare

io non cerco esploro

un altro turno di lavoro era finito

atraversai scalzo la strada e mi sedetti sulla riva del lago

presto non l'avrei piu visto.

porta sempre molto sentimento una partenza, ma certo era che il tempo di partire da wanak era arrivato anche se i pomodori non erano ancora maturati. Avevo imporato a conoscere il percorso della luna e del sole che si era spostato di asse da sud ovest a nord ovest

avevo vissuto una vita solitaria, quasi non avevo conosciuto nessuno

mi facevo compagnia con tanto silenzio e tempo; cosi cosi terribilmente preziose e poco considerate, da me per primo quando il demone del fare mi faceva correre ubriaco lasciando la mia anima affaticata indietro

dormivo molto e mi allenavo molto

non sapevo quasi piu trattare con le persone.una specie di bestia un po rabbiosa ma buona con gli sconosciuti

ora ci sarebbe stato tanto da imparare sulla strada con la mia sorellina perche la vita e' evoluzione

sbagliavo dicendo che cercavo e la gente si domandava" ma jonny cerca cerca e poi continua solo a correre"
in effetti ora ho capito che la parola era sbagliata
io esploro
mondo, vite, possibilita'
imparo, cresco, e ci sbatto il grugno
certo e' che avevo forse capito che trovare un progetto da condividere era il senso
inteso anche nelle relazioni con una donna
non ti puoi scegliere la vita, ma gli strumenti e come viverla(fonte dotsa:roberta borghesi)
io avevo alcuni progetti in testa e forse ora ero anche pronto
aspettavo il momento
credevo di aver finalmente imparato a capire i momenti
e quando sarebbe stato avrei agito
lottando contro il mio demone piu grande che mi diceva "go"
esplorare e' incredibile
questo mondo e' magico
e io jonny avventura so di essere un personaggio,
un personaggio dannato che spesso porta a finali di peregrinazioni infinite e sempre piu estreme
ma io provo tante di quelle vite che molti vorrebbero provare e non osano
ho un pugno di mosche in mano ma tante storie negli occhi
"non sei mai perso quando hai una buona storia da raccontare"(baricco da "novecento")
la vittoria e' nella morte
e ho intenzione di vivere a lungo
perche' non c'e' fine
jonny e' un esploratore e un vagabondo
elia un elfo dei boschi
i termini della vita chi li ha decisi?
parole incomprensibili ancora una volta
la vita e' un miracolo e creare ne e' l'essenza
io quest'anno ho fatto un patto
andro' solo dove mi indicheranno i segni
non chiedetemi il senso di cio' che faccio ma come sto se sapete ascoltare
io il finale non lo so, sto vivendo questa riga che conduce avanti verso la crescita
vi posso raccontare mille finali se volete
e voi sarete cosi sicuri del vostro senso?

venerdì 20 febbraio 2009

la sorella


e' qua......e adesso mi sa che e' ancora piu un bordello quaggiu'

sabato 14 febbraio 2009

prova di: vagabondaggio


c'e' stato un incedio in australia il piu terribile della loro storia. case , professioni, futuro sparito...
vagabondo come professione...
gioie e dolori...
le mutande della mia donna dimenticate dopo una notte d'amore sotto il mio cuscino...
qual'e' il mezzo, lo strumento, il progetto con cui affronti la vita?
ogni professione ha alti e bassi, ogni vita. scegliere la linea che unisce i capitoli della tua vita e' il punto chiave, e' la storia, la favola la folle fantasia insensata che fa sognare...
la linea del vagabondo non ha confini se non quelli dei sogni quindi e' una posizione comoda in cui disegnare la propria romantica favola...
ma
gioie e dolori forse sono ancora piu' estremi di chi puo' tornare la sera a casa
non c'e' casa e protezione
non c'e' nessuno che potra vedere quei momenti in cui il vagabondo riempe i suoi occhi di luce e buio
nessuno vedra' quel momento quando tutto andra' storto e la pioggia sara' l'unico abbraccio nel senso di abbandono piu' totale in qualche luogo dimenticato perfino dalle mosche
cosi' come quel momento di gioia massima quando attraversando in bici la terra di nessuno colto da pianto di gioia cadrai per la strada nella polvere e li starai per ore a vedere le ombre che cambiano sulla terra polverosa addosso a te perche non c'e nessun luogo dove andare se non quello del presente

...un amica mi dice di riflettere sopra le importanze.....
non puoi decidere la vita solo gli strumenti con i quali viverla....
semplicita', autoproduzione, amore, improvvisazione
mmmh forse continuo e la affronto con la assurda insensata dannata presente linea del vagabondo
io amo

giovedì 12 febbraio 2009

"jonny bumble beeing" l'amore visto da un campo di fiori


jonny ballava in una notte nuova zelandese.
yasmine si muoveva su una onda di passione che non vedeva persone;jonny abbandonava ogni idea e tempo per fondersi a quei colori che facevano sudare la notte correndo attraverso strade di musica mentre la gente sedeva e guardava aspettando il prossimo giorno per iniziare a vivere.
poi ci fu un vuoto
nero
.......................
jonny "bumble bee"volava come solito sopra un bel campo di fiori da impollinare cercandone uno bello su cui iniziare una nuova giornata di produzione di miele
da anni vedeva fiori
li assagiava, li amava fino a pensare che uno era unico e speciale, poi li cambiava come il vento che vestiva le stagioni di differenti umori.
la passione sembra totale e per sempre sul momento
falso, la passione e' un fuoco da alimentare con dedizione passo dopo dubbio dopo perseveranza dopo.....scelta
quel giorno jonnhy bumblebee si sentiva meditativo; prese il suo tempo per vedere e assaporare ogni particolare sfumatore e sensazioni dei fiori
in una attimo ebbe la visione e capi':
il sole era appena sorto e la luce bassa e calda faceva quell'effetto intrufolo tra fiori e steli che era tutto romantico; era anche il giorno di san valentino.
jonny pensava a tutte le sue relazioni passate con fiori di ogni razza e colore, cercando, aspettando quello speciale.
pensava di averne trovato uno una volta e che, essendo speciale;ma speciale veramente; di quelli che dici:"vacca bestia m'ha colmato la vita"; semplicemente non sarebbe piu successo di essere attratto e distratto da altre tentazioni amorose; che l'avrebbe reso quell'unico fiore da portare avanti come certezza nella sua vita da ape.
poi il vento un giorno cambio e porto un odore irresistibile.
il momento era cambiato, le emozioni e energie che giravano nell'aria e attraverso la comunita era diverso; mentre jonny svolacchiava per liberare i pensieri imbatte' in un altro fiore speciale, ma ancora piu "speciale veramente" che inizio a gettare ombra sull'altro. come era stato possibile?
Cerco di frenare quell'istinto ma non ce la fece e ando dall'altro fiore"speciale veramente".
Cosi da uno all'altro con ogni cambio di vento, insoddisfatto dalla superficialita basata solo su rapide emozioni del momento
Quel giorno quel momento capi.
Era la scelta
la relazione amorosa era la scelta di tornare sempre da quello stesso fiore,incontrato sul cammino, forse pure destinato, ma poi scelto, scelto per conoscerlo con ogni sfumatura che ogni umore o vento avrebbe portato, conoscerlo in ogni parte creando una unione unica e di abbandono ai sensi, placati dal rifiuto di una nuova ricerca, creando cosi una sinergia da elevare entrambi oltre la normale splendida e istantanea realta' del momento;creando una meravigliosa storia, dolce favola di due singoli che insieme creano qualcosa di piu';era fede, speranza, amore, passione, abbandono, pace e silenzio; era scelta.
e un progetto di vita comune
forse tutti i fiori prima erano serviti per capire
capire che ora avrebbe dovuto scegliere e impegnarsi per creare un nuovo frutto.
jonny bumbleebee volo' via tutto contento
aveva trovato una nuova pace.
...............

capirsi in mutande


ho appena capito un punto importante....
sono in mutande , nel tempo che precede l'infilarsi nel pigiama, mentre la via lattea se ne sbatte del fatto.
la storia o fatto si potrebbe narrare col fatto che jonny arrivo in un determinato posto a cercare una determinata funziona....invece la realta' e' che in questo modo jonny si fotte nuovamente il presente e cio che lo aspetta.
ancora una volta c'e da impare e l'amico pippo insegna
cosa?
il menefreghismo? ....qualcuno porebbe mettergli questa etichetta...
pero' io potrei spiegarlo come un erroneo approccio.
certo li'idea di cercare di lavoro spinto da necessita' a senso logico ma strozza il flusso che porterebbe la seguente casella di questo puzzle,vita.gia' soldi; ma spendere il tempo vivendo presente e passioni invece che cercando soluzioni porta sempre a qualcosa di inaspettato e meraviglioso. e fa paura perche ha il suono a pieno regime di una vita che si sprigiona, ha il suono della liberta'.e quella va detta fa paura.
ancora una volta realizzo come abbandonare il senso per seguire il cuore porti sul cammino, anche se ci si e' persi....
io ci provo
abbandono ancora di piu il senso sensato e rido di me in mutande sotton la via lattea della mia meravigliosa essenziale piccolezza con una bottiglia di vino in mano......

mercoledì 4 febbraio 2009

Dal passato....Pazza corsa nella notte verso l'alaska

il buon compagno pippo ha ritrovato uno spezzone di video filmato lo scorso marzo in una notte dove due amici parlando di se stessi percorsero la distanza di un intero serbatoio di benzina di hope per finire addormentati davanti a una pompa di benzina quando semplicemente non ce ne era piu'.
per rompere la noia si fece cosi':
due cinghie, maschera da snowboard bavero alzato e a turno legati sul tetto di hope a respirare l'aria frizzante di un avventura che solo iniziava a 100 all'ora nella notte dovce l'unica cosa che potevi incontrare era un alce di 3 metri

http:// video

poi inserimmo la tavola da snowboard nel giochino e con la tavola ben fissata si passo' a vero surf in piedi sul tetto..

jonny avventura

domenica 1 febbraio 2009

Riassunto

C'e la musica che canta alla radio in una mattina di sole laggiu in nuova zelanda
jonny si alza beve un bel bicchierone di acqua e fa i suoi esercizi di yoga fuori nel sole dopo aver innaffiato le piante di pomodoro
il cellulare suona....e' arrivato un messaggio
"I miss you"
e' la sua ragazza che vive 450 km piu a nord


poi via in sella a miss purple verso il lavoro
jonny fa il cuoco, 9 ore al giorno in un bar sul lago, affilla coltelli e sventra carne per i clienti anche se non e' molto d'accordo con l'idea.
perche volete ammazzare animali per mangiarli?c'e tanta roba buona che cresce piu semplicemente dalla terra?

ma come diamine ci e' finito qua?
e' arrivato con poco piu di 200 dollari e senza piu calzini
ora ha 2 bici scassate un cellulare una canoa vestiti nuovi una casa e colori e tele per dipingere
ma e' ancora senza calzini
che tirchiaccio

e' tempo di fare un breve riassunto

....jonny attraverso cosi tutto il messico in compagnia dei suoi piu grandi amici alessandro e filippo.
si separarono all'ingresso della penisola dello yucatan e li le tre strade si divisero
filippo si diresse a cuba
alessandro a playa del carmen
e jonny, ormai prossimo alla bancarotta decise di lasciare la panamericana, direzione argentina, per un'altra storia
si sentiva pronto per andare in nuova zelanda. la' aveva molto semplicemente ottenuto un visto vacanza lavoro e in teoria si guadagnava bene. cosi decise di andare
non sentiva piu il senso di continuare verso sud senza soldi vagabondando,. era tempo di lavorare e fermarsi un po
non era piu interessante per jonny vedere posti se non le esperienze che la strada portava; inoltre voleva lavorare lungo la strada, scambiare sudore o progetti con ler persone locali. ma ora non era il tempo
cosi parti
un piccola sosta idilliaca alle isole fiji ed eccolo toccare il suolo di un isola molto vicina all'isola che non c'e'
nuova zelanda
in autostop raggiunse wanaka nel sud dell'isola sud e decise di stabilirsi li.
non fu cosi facile trovare lavoro e dopo un po di fame e lavoretti del piffero riusci a stabilirsi
casa e lavoro
amici pochi anzi quasi nessuno, jonny spendeva le sue giornate al lavoro poi allenandosi e mettendo in pratica tanti piccoli progetti che aveva in mente quando era lungo la strada
era come se stesse facendo le prove generali per il grande atto
>a quando il grande atto jonny?<
>questo ancora non lo posso svelare lo sai elia, e poi sara il tempo a decidere<
mi disse proprio cosi

appena arrivato in uova zelando conoscette una ragazza al parco regalandole un oggetto in cocco che aveva fatto alle isole fiji
la rivide a capodanno e scambiarono palate d'amore senza pensarci tanto su

la vita passava molto semplice con tutte le sue meraviglie che jonny sapeva cogliere
compro una chitarra per 6 euro e inizio a cercare di suonare bob marley

poi un giorno arrivo quel vento che lui conosceva bene
diceva
>jonny presto e' tempo di ripartire<
>ok mam...i will<
cosi tiro fuori le mappe e lentamente inizio a riprepararsi
in poco piu di un mese sarebbe partito
direzione italia
ma non sarebbe partito solo perche sua sorella sara stava arrivando per riaccompagnarlo a casa

cosi presto jonny sarebbe di nuovo ritornato sulla strada